Triumph Tiger Explorer XCx

imageLa nuova Tiger Explorer XCx, non è cambiata esteticamente dalle precedenti versioni (ora le nuove sigle XR, XCx e XCa il top), ma è nell’elettronica dove ha fatto il un grosso salto, ora dispone di sospensione semi attive, ABS cornerring, TC, mappe Off-Road e chicca cupolino elettrico ecc. Insomma tanta roba. Grazie alla concessionaria Triumph Brianza di Albiate, posso provare questa moto che ha una linea molto personale, con il suo becco e il doppio faro, ma come tutte queste Endurone, da ferma non sembra un cinquantino. imageBene accendo il motore per scaldarlo e subito mi colpisce il bel rumore di scarico, devo dire che il tre cilindri di 1215cc ha un suono bellissimo forse uno tra i più belli in genere. Salgo sulla moto e da fermo prendo confidenza con le sue misure Large. Non è piccola e non è leggera (260 a secco), ingrano la prima e parto accompagnato dal suo bellissimo suono. Tra le curve dell’alta Brianza, perde tutta la sua stazza e si guida con grande piacere, merito del cambio ottimo negli innesti e la trasmissione che non fa rimpiangere la catena. Ma il bello è il suo motorone pieno di una coppia incredibile, che  riprende a qualsiasi regime e spinge da matti, i 139cv sono stati distribuiti in tutto il suo arco di giri (9300 max), ma non è necessario tirare le marce anzi per una guida fluida è meglio sfruttare la coppia da trattore. imageLe sospensioni meritano un capitolo a parte copiano tutte le asperità. La posizione è veramente azzeccata e da un ottimo controllo anche nei tornati e nei percorsi ricchi di curve, la moto è stabilissima. Credo che su lunghe percorrenze si potranno aprezzare la mancanza di vibrazioni (forse un pelo al manubrio), la sella faraonica, il cupolino e gli spoiler che proteggono il pilota molto bene. Bene rientro alla base e dopo una bella prova, la disattenzione dell’autista di un furgone che dopo una consegna in concessionaria, faceva retromarcia senza guadare chi stesse arrivando, dopo avermi toccato stavo per finire in terra, ma sono riuscito a puntare i piedi grazie alla sella bassa e non cadere. Con qualche altra Endurona sarei finito in terra. Comunque questo ha migliorato il mio giudizio su questa moto, che appartiene alla categoria delle Super Enduro, ma credo sia molto più votata alla strada o per qualche uscita in leggero fuoristrada. Veramente un ottimo lavoro fatto dai tecnici Triumph. Tutto bene? No! Rimango sempre perplesso da pesi e misure di queste moto, e dal prezzo 19000€ per la XCa (il top di gamma) comunque in linea con la concorrenza. Io per i tanti amanti di queste moto, consiglierei di provarla, potrebbe essere una piacevole sorpresa. Voto: 9 1/2 (i prezzi sono sempre alti) ???????????

Related posts

Leave a Comment